Migranti: arrivati in Lombardia i 23 profughi sbarcati a Genova e assegnati alle diocesi della regione

Sono arrivati nei giorni scorsi, a Milano, i profughi sbarcati il 2 giugno dal pattugliatore Cigala Fulgosi a Genova e assegnati da Caritas Italiana alle diocesi lombarde. Sono 23 giovani, tra i 29 e i 17 anni, di differenti nazionalità africane: Mali, Costa d’Avorio, Senegal, Guinea, Gambia, Nigeria, Sud Sudan. Partiti in pullman dal centro di Rocca di Papa, fuori Roma, dove erano stati accolti assieme agli altri migranti giunti nel porto del capoluogo ligure, hanno fatto tappa nel centro “Casa Suraya”, alla periferia della città. Di questo gruppo, in 17 hanno proseguito il viaggio verso Venegono Superiore (Varese), tre invece in direzione Brescia e tre a Bergamo. Nel comune del Varesotto saranno ospiti per almeno un anno nell’istituto dei Padri Comboniani, a Bergamo nel centro “Accademia dell’integrazione”, a Brescia in alcuni appartamenti della rete parrocchiale. A tutti loro sarà offerto vitto, alloggio, corsi di alfabetizzazione e percorsi di formazione professionale. I costi dei progetti di accoglienza saranno interamente a carico della Conferenza episcopale italiana. Il gruppo dei migranti accolti in Lombardia, assieme agli altri ridistribuiti nelle altre diocesi italiane, fa parte dei 100 naufraghi soccorsi al largo delle coste libiche dalla nave della Marina Militare Italiana e fatti sbarcare dal Ministero dell’Interno solo dopo l’intervento dei vescovi italiani che avevano espresso la loro disponibilità a farsi carico dell’accoglienza.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa