Diocesi: card. Bassetti (Perugia), “gente un po’ fredda e pigra verso il sacramento della confessione”

“Io, vostro vescovo, vi autorizzo fin da subito a esercitare il ministero della confessione. Lo faccio per incoraggiare non soltanto voi fedeli qui presenti così numerosi, ma anche la gente che vedo un po’ fredda, un po’ pigra nei confronti di questo grande sacramento, che è il sacramento della Misericordia di Dio”. Lo ha detto l’arcivescovo di Perugia-Città della Pieve, il card. Gualtiero Bassetti, rivolgendosi ai due nuovi sacerdoti, don Giosuè Busti e don Giordano Commodi, che ha ordinato sabato scorso in una gremita cattedrale di San Lorenzo. A concelebrare l’ausiliare mons. Marco Salvi e il vescovo in Guatemala mons. Mario Bernardo Fiandri. Alle famiglie dei due nuovi sacerdoti il porporato ha voluto esprimere “tutto l’affetto e tutta la gratitudine della Chiesa – ha aggiunto il card. Bassetti –, perché voi avete donato alla Chiesa il vostro tesoro più prezioso, un figlio! Questo figlio lo avete donato in cambio di che cosa? Di nulla, umanamente parlando, e, forse, qualche croce in più la dovete portare insieme a don Giordano e a don Giosuè, perché diventare preti significa, innanzitutto, caricarsi della croce di Gesù”. Ieri, i due neo-sacerdoti hanno celebrato la loro prima messa nelle parrocchie di Castel del Piano e di Elce.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia