Ospedale Bambino Gesù: card. Parolin, “soddisfazione per il fatto che si coniughi la solidarietà con la sostenibilità economica”

Al Bambino Gesù “sento battere un cuore. Ci sono persone che si mettono in gioco a favore degli altri e cercano di dare il meglio di se stessi per venire incontro a necessità, a bisogni di bambini e di famiglie”. Così il cardinale segretario di Stato vaticano Pietro Parolin parlando con i giornalisti, a margine della presentazione, questo pomeriggio a Roma presso l’Auditorium di San Paolo Fuori le Mura, del bilancio sociale e della relazione sanitaria e scientifica dell’anno 2018 dell’Ospedale pediatrico Bambino Gesù.
“Sono rimasto molto soddisfatto delle cifre che sono state date”, ha spiegato il cardinale, sottolineando come si sia operato “cercando di coniugare al meglio la solidarietà, che dev’essere una caratteristica distintiva del Bambino Gesù in quanto ospedale della Santa Sede – e l’apertura al mondo sta a significare questa dimensione -, e la sostenibilità economica, perché la carità si fa con i mezzi che si hanno a disposizione, secondo le proprie possibilità”. “Che ci sia quest’attenzione, ribadita più volte, mi fa piacere”, ha proseguito Parolin, secondo cui “gli sviluppi in questi ultimi anni sono andati aumentando e hanno portato a questi risultati”. “Come sanità cattolica e come sanità del Papa”, ha evidenziato il cardinale, è importante “l’attenzione al prendersi cura, non soltanto al curare. L’importante è che ci sia un prendersi cura di tutta la persona e di tutta la sua realtà, compresa la famiglia. Mi pare che il Bambino Gesù lo stia facendo con molta cura”. Parolin è tornato sul concetto di “limite”, spiegando che “dobbiamo fare i passi secondo la gamba. Applicato all’irradiazione, all’espansione mondiale del Bambino Gesù” significa che “non si possono suscitare attese che di fatto poi non si è in grado di soddisfare o a cui non si è in grado di rispondere. Quindi massima apertura come disponibilità di fondo ma misurata alle disponibilità concrete che ci sono”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa