Diocesi: Acireale, il vescovo Raspanti in pellegrinaggio tra gli sfollati con il busto reliquiario della patrona Venera

Il vescovo di Acireale, mons. Antonino Raspanti, ieri, in occasione dei solenni festeggiamenti della patrona Santa Venera, che si svolgeranno venerdì 26 luglio, si è recato in pellegrinaggio con il busto reliquiario della Vergine e Martire Venera tra gli sfollati nelle frazioni acesi, Fiandaca, Pennisi e Piano d’Api, colpite dal recente terremoto di Santo Stefano: “ Ogni uomo è fragile – ha dichiarato il presule – e non trova sicurezze su questa terra. L’uomo non troverà mai l’equilibrio in questa vita perché essa è instabile, così come è stato reso instabile il nostro territorio dal terremoto. Chi cerca più del dovuto certezze su questa terra alla fine sarà triste perché non le troverà”. “L’unica rassicurazione – ha aggiunto – è Cristo con il quale ci ritroveremo un giorno insieme a celebrare nella gioia l’Eucaristia celeste. Siamo pellegrini insieme a Venera; Pennisi le ha dato nel 1943 alloggio e rifugio per sfuggire alla guerra, oggi le parti si sono invertite. Possa dare la nostra santa patrona conforto e speranza a tutta la comunità. I tempi di una pronta ripresa e ricostruzione dipendono anche da noi uomini.”

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo