Regno Unito: prime pagine giornali dedicate all’insediamento di Boris Johnson e alla formazione del nuovo governo. “Purga brutale” dei detrattori

Prime pagine inglesi dedicate all’insediamento del nuovo primo ministro Boris Johnson, avvenuto nel pomeriggio di ieri, e alla formazione del nuovo governo. “Lo spietato Johnson si prende la sua rivincita”: è il titolo di The Guardian in edicola stamane, che parla della “determinazione” di Johnson di concludere la Brexit che lo avrebbe portato a “licenziare” più della metà del gabinetto di Theresa May, con una “purga brutale dei detrattori”. Johnson ha “riempito la sua squadra di veterani del ‘vote leave’ e di liberi professionisti di destra”. “Johnson sceglie un gabinetto di irriducibili per rispettare la scadenza dei 99 giorni della Brexit” è invece la descrizione che offre il Financial Times delle decisioni di Johnson sul nuovo governo, nato dopo che il nuovo premier ha “lacerato” il team di May. Toni forti sul Times che parla di un pomeriggio di “carneficina” e della “purga più brutale nella storia politica moderna”: sono stati infatti 17 i ministri sostituiti in “cinque ore sfrenate” di decisioni, con scelte che hanno “scioccato” Westminster e Bruxelles. Stessi toni forti sul Daily Mail: un “bagno di sangue” quello compiuto da Johnson. Sul Daily Telegraph invece c’è una foto a tutta pagina di Johnson, che dopo il suo primo discorso oltrepassa la soglia di Downing Street per entrare al numero 10, e titola con una virgolettato da quel discorso: “Coloro che scommettono contro la Gran Bretagna perderanno anche la camicia”. Il Daily Mirror racconta la “prima gaffe di Boris Johnson” da primo ministro: avrebbe riferito la sua conversazione privata con la Regina. Sul Daily Express “Boris saluta una nuova era” e “mette il timbro della propria autorità” in un “riordino storico del gabinetto”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano