Diocesi: Melfi, tre mostre dedicate all’Africa arricchiscono il progetto “I cammini, tra radici e futuro”

Tre mostre dedicate all’Africa arrivano ad arricchire, a Melfi, il progetto “I cammini, tra radici e futuro” di Matera capitale europea della cultura 2019. Le tre esposizioni saranno inaugurate domenica prossima, 4 agosto, nell’ambito del progetto coprodotto dall’arcidiocesi di Matera-Irsina , in partenariato con diocesi di Melfi, associazione Parco Culturale Ecclesiale “Terre di luce” e Fondazione Matera Basilicata 2019, con il patrocinio del Pontifico Consiglio della cultura e dell’Ufficio nazionale per le Comunicazioni sociali della Cei.
Alle 12, nelle sale dell’hotel “Il tetto” di Melfi taglio del nastro per “Arte dell’Africa nera”, mostra nata dal bisogno di mostrare oggetti d’uso quotidiano che divengono sede di un complesso e ricco sistema di simboli e valenze. Statue, maschere, gioielli, ma anche ciotole, bicchieri, cucchiai e utensili della vita d’ogni giorno che si caricano, attraverso il colore, la forma o l’intaglio, di significati educativi, religiosi, magici e ludici. L’esposizione percorre in 14 pannelli la ricchezza artistica dell’Africa descritta nelle principali aree del continente.
Sempre domenica prossima, alle 12, nelle sale de “Il tetto” di Melfi sarà inaugurata anche la mostra “I Guji del sud Etiopia”. “Sguardi, espressioni del volto e gesti fissati dalla foto – racconta l’autore, il missionario comboniano padre Pedro Pablo Hernandez Leobardo – mi aiutano a dare spessore e profondità alle relazioni di amicizia e alla condivisione di vita che già caratterizzano il nostro incontro quotidiano”. La terza mostra, “Sabbie”, sarà invece inaugurata alle 17, al santuario di Santa Maria di Pierno a San Fele. Attraverso gli scatti di Franco Baldini, fotografo per passione, viene raccontato il deserto, con il suo tempo e il suo spazio. Le foto, in cui l’autore ha immortalato attimi carichi di emozioni, sono state scattate negli Erg, deserti sabbiosi della Tunisia, della Libia e del Niger.
Le mostre saranno visitabili fino al 18 agosto.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo