Terra dei fuochi: Costa (min. Ambiente), “l’operazione dei Carabinieri a Grazzanise è un vero colpo contro gli eco-criminali”

“L’operazione del Nucleo investigativo di Polizia ambientale, agroalimentare e forestale a Grazzanise, in provincia di Caserta, è un vero e proprio colpo contro gli eco-criminali responsabili di aver appiccato roghi tossici nella Terra dei fuochi”. Lo afferma il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, complimentandosi con i Carabinieri forestali che hanno operato nell’ambito di un’indagine più ampia, coordinata dalla Procura di S. Maria Capua Vetere. Gli uomini dell’Arma sono intervenuti per sventare la combustione illecita di cassette di plastica, legno e cartone, nell’area adiacente un’azienda agricola di Grazzanise. Per non destare attenzione, i materiali da bruciare erano stati sistemati in bidoni in ferro, che trattengono il fumo. I bidoni già pronti per i nuovi fuochi e la grande quantità di cenere trovata sul fondo dei contenitori dimostrano come quella era una modalità illegale di smaltimento dei rifiuti già utilizzata più volte. “Non abbasseremo mai la guardia sui roghi tossici, specialmente nella Terra dei fuochi – aggiunge Costa –. I criminali dell’ambiente e i loro giri di malaffare vanno smascherati. Conosco bene gli eco-criminali, che in passato ho arrestato: persone senza scrupoli disposte ad avvelenare la propria terra pur di racimolare profitti. Chi inquina deve pagare: il disegno di legge ‘Terra mia’ prevede misure come il Daspo proprio per chi inquina”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo