Diocesi: Mileto, il vescovo Renzo sopprime la fondazione Cuore Immacolato di Maria

Il vescovo di Mileto-Nicotera-Tropea, mons. Luigi Renzo, ha firmato il decreto di soppressione canonica della fondazione “Cuore Immacolato di Maria rifugio delle anime” di Paravati. Nel testo si ricorda che “nel corso degli anni si è resa necessaria la revisione di alcune parti dello Statuto sia per alcune incongruenze più volte rilevate soprattutto riguardo al ruolo del vescovo all’interno del CdA, sia per meglio regolamentare e stabilizzare, conformemente alla normativa canonica, il rapporto tra la fondazione e la diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea”. Quindi, “alla luce anche delle nuove realtà strutturali realizzate, al fine di una tutela e salvaguardia dell’ecclesialità dell’opera e della spiritualità di Natuzza Evolo”, mons. Renzo ha constatato “l’assoluta indisponibilità dimostrata dalla fondazione, in anni di trattative, alla rimodulazione di alcuni articoli dello Statuto”. Così il presule ha provveduto a sopprimere “la persona giuridica denominata Cuore Immacolato di Maria rifugio delle Anime”. In accordo con le richieste del vescovo anche l’Ufficio giuridico della Cei, il nunzio apostolico in Italia, la Segnatura apostolica, la Congregazione del Clero, la segreteria di Stato vaticana e la Commissione, fondata ad hoc, dalla Conferenza episcopale calabra.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori