Diocesi: mons. Muser (Bolzano-Bressanone), con mons. Tomasi a Treviso “Papa Francesco ha fatto un’ottima scelta”

“Caro don Michele, non ti lascio partire facilmente – ha detto il vescovo di Bolzano-Bressanone, mons. Ivo Muser, rivolgendosi a mons. Michele Tomasi, vescovo eletto di Treviso –. Sei un sacerdote convinto, un collaboratore competente e leale. Questa nomina per questa che è la tua diocesi è una perdita. Ma ti lascio partire con serenità, gratitudine, gioia e speranza, perché sono convinto che Papa Francesco e i suoi collaboratori abbiamo fatto un’ottima scelta. Cosa ti auguro in questo momento? Che tu non possa mai dimenticare le tue radici, la tua famiglia. Non dimenticare mai tue radici nella parrocchia in cui hai mosso i primi passi nella fede, che sono importanti anche per un futuro vescovo. Ti auguro di non dimenticare la cattedrale di Bressanone, di cui sei canonico e dove sei stato ordinato diacono e sacerdote”. “Ti accompagnino Maria, i nostri santi patroni Cassiano e Vigilio e s. Liberale, patrono di Treviso – ha aggiunto mons. Muser –. Ti accompagni san Freinademetz e i nostri beati Josef Mayr-Nusser e Enrico da Bolzano. Quest’ultimo accomuna le nostre due Diocesi. Il beato Enrico si è trasferito da Bolzano a Treviso e lì è diventato santo. Questo è quello che auguro a te, di diventare santo. Perché questa è la prima vocazione di ogni cristiano, su cui si basano tutti i ministeri”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori