Cultura: Munera, numero sul tema “Autorizzati a pensare”. A fine luglio ad Assisi incontro dedicato a cosa significa essere umani

È ormai urgente affiancare al diritto di parola il dovere del pensare per elaborare nuove vie percorribili per l’umanità, per alimentare una cultura che si assuma una responsabilità civile. Si sviluppa nel solco di questa convinzione l’editoriale del nuovo numero di “Munera. Rivista europea di cultura”. “Siamo autorizzati a pensare”, ha ripetuto l’arcivescovo di Milano, Mario Delpini, in occasione del discorso alla città nella ricorrenza di Sant’Ambrogio 2018. “Prima di essere autorizzati – si legge nella presentazione del secondo numero del 2019 di ‘Munera’ – però, abbiamo il dovere di educarci al pensiero con senso di responsabilità. Per andare oltre la supremazia della ‘pancia’ come criterio arrogante delle decisioni a livello personale e sociale occorre sentire la necessità di un pensiero sviluppato e coerente da mettere al servizio della comunità. Occorre un esercizio pubblico dell’intelligenza che costruisca una visione di futuro condivisa che sia fondata sui principi della nostra Costituzione e sull’Europa dei popoli tutti”.
Il nuovo numero della rivista contiene, inoltre, un dossier dedicato al tema “L’amore nell’epoca del narcisismo” con il contributo dello psicoterapeuta Francesco Stoppa a partire dalla domanda “amare senza amarsi?” e quello sull’altro quale mistero al di là dell’egoismo e dell’altruismo, scritto dal teologo Emanuele Bordello. Seguono gli articoli dell’eticista Mariéle Wulf sulla dinamica del narcisismo, del filosofo Stefano Biancu sull’amore come delicato equilibrio tra prossimità e distacco, della biblista Donatella Scaiola sull’amare l’altro che è te stesso.
Spazio poi alle riflessioni sul senso della morte del filosofo Ghislain Waterlot, sulla pazienza di Dio del teologo Ghislain Lafont, sul populismo penale della giurista Gaia Donati. Completano il numero i dipinti dell’artista Cristiana Brondi dedicati alla danza del tempo, una poesia di Maria Grazia Palazzo e una riflessione di Chiara Boatti sulla città di Matera nel cinema di Pasolini.
Quest’anno Munera promuove ad Assisi il seminario “Umanità” dal 27 al 30 luglio per riflettere su una categoria che non si può leggere in modo univoco ma che va interpretata alla luce di diverse culture nelle diverse epoche. Alle relazioni si alterneranno momenti di laboratorio e di confronto.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo