Pace: Rondine, domani a Roma presentazione del “Rapporto annuo 2018” e primo bilancio campagna per riduzione conflitti armati nel mondo

A sei mesi dal lancio di “Leaders for Peace” alle Nazioni Unite di New York, Rondine Cittadella della Pace fa un primo bilancio della campagna globale per la riduzione dei conflitti armati nel mondo, che recentemente ha ottenuto il sostegno ufficiale del Governo italiano tramite la firma del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, che ha sottratto una cifra simbolica dal bilancio della Difesa da destinare alla formazione di futuri leader di pace. L’occasione sarà quella della presentazione del “Rapporto annuo 2018”, che si terrà domani, mercoledì 10 luglio, dalle 10,30, nella Sala Capitolare presso il Chiostro del Convento di Santa Maria sopra Minerva, a Roma, presso il Senato della Repubblica.
Presentata anche al presidente della Repubblica Sergio Mattarella e a Papa Francesco che l’ha fortemente sostenuta, oggi la campagna “Leaders for Peace” si rivolge con maggiore forza ai Paesi membri e rilancia il proprio appello alla società civile “perché possa sostenere il lavoro di Rondine non solo per incidere nei contesti di guerra, ma anche nelle conflittualità insite nella società, dove la cultura del nemico prolifera provocando nuove forme di conflitto sociale”.
La presentazione del “Rapporto Annuo 2018” sarà anche un’occasione di confronto con istituzioni, professionisti e leader negli ambiti più diversi, “per indagare le nuove frontiere applicative del Metodo Rondine per la trasformazione creativa dei conflitti, nei vari contesti di intervento, con l’obiettivo di produrre un impatto sempre maggiore nei territori a livello nazionale e internazionale”.
Interverranno, tra gli altri, Liliana Segre, Tatjana Rojc, Franco Vaccari, Elisabetta Belloni, Maria Karapetyan, Francesco Profumo, Stefania Mancini, Paolo Verri.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo