Società San Vincenzo de’ Paoli: fino al 4 agosto il “Campo Ozanam”. Gianfico (presidente), “occasione per promuovere in modo nuovo la prossimità”

Prosegue fino al 4 agosto, a Bassano del Grappa (Vi), il “Campo Ozanam” che vede protagonisti i giovani vincenziani provenienti da tutta Italia. L’iniziativa, che ha preso il via ieri presso l’Istituto Scalabrini, è organizzata dalla Società di San Vincenzo de’ Paoli. A fare da filo conduttore di questi giorni il tema “Keep in touch – Il dono della comunicazione”. “Che questo non sia un campo qualunque, ma qualcosa di innovativo lo si percepisce subito”, spiega una nota: “Basta osservare il volto stilizzato del beato Antonio Federico Ozanam, che ci guarda dietro un paio di occhiali da sole nell’illustrazione del volantino”. La grafica è stata realizzata da un fumettista insieme agli stessi ragazzi che parteciperanno all’iniziativa.
Per il presidente nazionale della Società di San Vincenzo de’ Paoli, Antonio Gianfico, il “Campo Ozanam 2019” è “un’occasione per promuovere in modo nuovo la prossimità”. “Non dobbiamo dimenticare – aggiunge – che la nostra associazione è nata da un gruppo di studenti universitari, poco più che ventenni”. Ed ora un altro gruppo di ragazzi si interroga sul ruolo dei giovani nell’associazione, propone il proprio modo di vivere la vicinanza con chi soffre, con chi è meno fortunato, con chi è solo ed emarginato.
Attività ed esperienze di servizio si alterneranno a momenti di divertimento e condivisione, riflessioni, come il “Viaggio alla scoperta di noi stessi” e occasioni di spiritualità. “Una bella strada per arrivare a capire – sottolinea Gianfico – che i vincenziani per meglio amare i poveri prima di tutto si devono preoccupare di amarsi reciprocamente”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo