Comunicazione: Campbell (Texas University), “i meme di internet condizionano la percezione della religione”

“I meme di internet stanno modellando il modo in cui gli spettatori percepiscono le religioni”. Lo sostiene la studiosa di comunicazione e religione e docente alla Texas University, Heidi Campbell, in un nuovo podcast dell’Istituto per la comunicazione e la religione della Seton Hall University. Campbell spiega che “mentre l’umorismo dei meme può sembrare innocuo, i messaggi che prendono in giro varie fedi possono effettivamente propagare stereotipi e presentare i sistemi di credenze in una luce negativa”. “Di conseguenza, le persone che sono esposte soltanto online a queste presentazioni delle religioni potrebbero sviluppare idee sbagliate su di esse”. Tra le conseguenze indicate dall’esperta, la produzione di “contenuti più offensivi”. Campbell evidenzia, quindi, che “coloro che conoscono veramente le fedi offese devono essere disposti a coinvolgere i non informati in conversazioni costruttive”. “Abbiamo bisogno di persone che siano addestrate – ha aggiunto Campbell nel podcast – ad andare online ed essere come un avvocato e mostrare un altro modo di comunicare che armonizzi la grazia, la verità e l’amore”. L’esperta ha anche spiegato come la pratica della propria fede online influisce sulla manifestazione offline, prima di approfondire altri argomenti come il modo in cui la Chiesa cattolica può connettersi con i giovani nel mondo digitale di oggi.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia