Rosa bianca: a Terzolas la scuola estiva. “Una chiamata al futuro di fronte alle sfide dell’oggi”

“Coltivo una Rosa bianca”: è il titolo della scuola di formazione estiva proposta dall’associazione culturale e politica il cui nome ricorda i giovani tedeschi che offrirono la propria vita per resistere al regime nazista. L’appuntamento è per il 21-25 agosto a Terzolas, in Val di Sole (Trento). “Il prossimo incontro estivo della Rosa bianca – spiega un comunicato – è caratterizzato da una formula inusuale rispetto ai precedenti appuntamenti: risponde infatti all’esigenza di una riflessione interna e di un confronto sulla ‘chiamata al futuro’ di questa comunità di persone, e al tempo stesso è occasione per affrontare il tema della sostenibilità partendo dalla sua declinazione sociale”. Per questo, l’appuntamento di Terzolas riunisce in un’unica proposta complessiva i contenuti dell’associazione Rosa bianca, della rivista Il margine e dell’associazione Alleanza bene comune. “L’incontro estivo 2019 della Rosa bianca rappresenterà un’occasione di verifica e di proposta per la crescita e la rigenerazione dell’associazione, che si interroga e chiama a raccolta di fronte alle urgenze presenti, per coltivare nell’orizzonte comune le possibili sinergie, per ri-tessere, ri-trovarsi, ri-connettere”.
“A partire dal respiro di persona e comunità – proseguono i promotori – che ha accompagnato in questi anni la Rosa bianca, l’incontro sarà una riflessione e uno scambio a più voci sul modo di vivere le relazioni nella comunità civile e politica dove uomini e donne vivono delle stesse inquietudini, delle stesse paure e delle stesse speranze”. Nel programma, come di consueto, momenti di spiritualità e biblici, relazioni, dibattiti. Ulteriori informazioni sul sito www.rosabianca.org.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia