Strage di Bologna: Casellati, “verità venga ricostruita e consegnata alle pagine di storia, priva di ombre o segreti”

“L’attentato del 2 agosto 1980 è stato una delle pagine più buie della nostra storia, una vile carneficina di donne, uomini e bambini innocenti che oggi come allora lacera la coscienza degli italiani. In questa giornata di ricordo e di dolore è importante ribadire la necessità che la verità venga ricostruita e consegnata alle pagine di storia, priva di ombre o di segreti”. Lo afferma il presidente del Senato della Repubblica, Maria Elisabetta Alberti Casellati, in un messaggio inviato a Paolo Bolognesi, presidente dell’Associazione tra i familiari delle vittime della strage alla stazione di Bologna, in occasione del 39° anniversario che ricorre oggi. “Esprimo la mia vicinanza agli orfani e ai familiari delle vittime e ringrazio l’associazione per l’instancabile opera di stimolo e supporto all’azione delle Istituzioni e della magistratura”, prosegue la seconda carica dello Stato, sottolineando che “solo la memoria condivisa di tutti capitoli della nostra storia, anche di quelli più orribili e bui, ci può consentire di consolidare i valori di pace, giustizia e legalità su cui si fonda la nostra Nazione”. “Ce lo rammenta l’orologio della stazione di Bologna, fermo alle 10.25 di quella mattina, e ce lo ricordano – conclude Casellati – i volti di tutte le vittime dell’odio, delle guerre e del terrorismo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori