Open Arms: 19 giorni in mare, “la situazione è disperata”

“La situazione è disperata. Mancano le parole”. Il diciannovesimo giorno in mare per i naufraghi sulla nave Open Arms si apre con un uomo che si butta in mare per cercare di raggiungere le coste di Lampedusa, subito recuperato dalla guardia costiera. Dopo una “notte delirante”, una evacuazione medica urgente e una donna con un attacco di panico. Il governo italiano sta pensando ad un trasferimento in Spagna dei migranti con navi militari. Open Arms giudica questa decisione “incomprensibile”: con un aereo da Catania si potrebbe spendere molto meno e darebbe dignità alle persone a bordo.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo