Crisi di governo: Berlusconi (Forza Italia), “no a governo sbilanciato a sinistra, elezioni anticipate”

(foto di Francesco Ammendola - Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica)

“L’esperienza appena conclusa dimostra che i progetti di governo si fanno con i tempi e con le idee compatibili, non dopo il voto ma prima. Quindi un governo non può nascere in laboratorio, se basato solo su un contratto”. Lo ha detto il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, ricevuto con la delegazione del partito al Quirinale dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per le consultazioni. “Forza Italia ha condotto un’opposizione seria e coerente in parlamento cercando di correggere molti errori e migliorare provvedimenti del governo con lo stesso senso di responsabilità dimostrato finora, e che è stato molto oneroso in termini politici per il nostro partito. Ma oggi mettiamo in guardia da un governo frutto di una maggioranza tra diversi e improvvisata”, è stato il monito del leader forzista. Che ha poi messo in guardia da una contraddizione: “Una maggioranza che non rispecchia la maggioranza degli elettori è una mera coincidenza di forze che si sono contrastate, non può essere la base per un esecutivo stabile e credibile ma solo una presa in giro degli elettori e un tradimento delle loro volontà”. “Un governo sbilanciato a sinistra sarebbe pericoloso per le imprese, lo sviluppo, la sicurezza”, ha aggiunto. “In nessun caso Forza Italia è disponibile ad alleanze con chi abbiamo contrastato in campagna elettorale e che esprimono una visione del Paese diversa e opposta”. “Un governo fortemente sbilanciato a sinistra – ha concluso Berlusconi – sarebbe pericoloso per le imprese e per le garanzie di libertà dei cittadini” con il rischio che “messo di fronte alle difficoltà ricorra ad una patrimoniale che comprometterebbe definitivamente le prospettive di crescita”. La via indicata da Berlusconi è quella di “realizzare in Parlamento una maggioranza di centrodestra che corrisponda al sentire degli italiani”. “Qualora non sia possibile realizzarla, la strada maestra è quella di elezioni anticipate”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia