‘Ndrangheta: Di Bella (pres. Tribunale minori Reggio Calabria), “lavoriamo per estendere ad altre regioni protocollo per aiuto a madri e figli in fuga. Educazione è strategica”

“Negli ultimi 25 anni il Tribunale per i minorenni di Reggio Calabria ha processato oltre 100 minori per reati di criminalità organizzata, di cui una cinquantina per omicidio o tentato omicidio. Si tratta di ragazzi coinvolti in omicidi di rappresentanti delle forze dell’ordine o legati a faide locali; oppure in traffico di droga o in estorsioni commesse per conto di genitori ristretti in carcere”. Dai numeri snocciolati in un’intervista al Sir dal presidente del Tribunale per i minorenni di Reggio Calabria, Roberto Di Bella, appare evidente l’importanza dell’impegno del magistrato di sostenere le donne che con i figli piccoli vogliono allontanarsi dai contesti mafiosi. Oggi, riconosce con una punta d’orgoglio, “a Reggio Calabria, territorio di frontiera, per molti ragazzi, madri, ed ora anche per alcuni padri ex detenuti, il Tribunale dei minori non è più un’istituzione nemica bensì l’ultimo baluardo nel mare dell’illegalità. Con il nostro lavoro siamo riusciti a conquistarci la loro fiducia”. E sono i padri la novità, come un uomo che dopo 23 anni di carcere per reati legati alla ‘ndrangheta ha chiesto aiuto per potersene andare con la famiglia, o il detenuto al 41 bis che scrive a Di Bella per ringraziarlo per il sostegno alla sua famiglia. “Solo allontanandolo da questo ambiente – dice -, il mio bambino avrà un futuro migliore. Se avessi avuto io la stessa possibilità, forse non mi troverei in questo luogo di sofferenza”. “Stiamo lavorando – conclude il magistrato – per ampliare il protocollo estendendolo anche ad altre regioni con il coinvolgimento del ministero di Giustizia e del Miur che ci darà un contributo. Molti ragazzi, ormai maggiorenni, vogliono continuare a studiare e hanno bisogno di borse. Più in generale, l’istruzione è un’arma strategica per la lotta alle mafie e il riscatto sociale: occorre avviare progetti educativi specifici sui territori”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia