Papa Francesco: Angelus, “spiritualmente vicino alle vittime degli episodi di violenza negli Stati Uniti”

“Sono spiritualmente vicino alle vittime degli episodi di violenza che in questi giorni hanno insanguinato il Texas, la California e l’Ohio, negli Stati Uniti, colpendo persone inermi. Vi invito ad unirvi alla mia preghiera per quanti hanno perso la vita, per i feriti e i loro familiari”. Lo ha detto, ieri mattina, Papa Francesco, dopo la recita dell’Angelus da piazza San Pietro, chiedendo di pregare un’Ave Maria.
Il Pontefice ha, quindi, ricordato che “centosessanta anni fa, come oggi, moriva il santo Curato d’Ars, modello di bontà e di carità per tutti i sacerdoti. In questa significativa ricorrenza, ho voluto inviare una lettera ai sacerdoti di tutto il mondo, per incoraggiarli nella fedeltà alla missione alla quale il Signore li ha chiamati. La testimonianza di questo parroco umile e totalmente dedito al suo popolo, aiuti a riscoprire la bellezza e l’importanza del sacerdozio ministeriale nella società contemporanea”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori