Diocesi: Civita Castellana, a Rignano Flaminio i piccoli ambasciatori di pace del popolo Saharawi

È arrivato a Rignano Flaminio (Rm) un gruppo otto bambini dai 9 ai 12 anni, appartenenti al popolo Saharawi, ospiti insieme a due accompagnatori della parrocchia dei Santi Vincenzo e Anastasio fino al 16 agosto. Alloggiati nella scuola media della città, partecipano a un progetto che ogni anno porta in Italia per due mesi un gruppo diverso di bambini, che come “piccoli ambasciatori di pace” si fanno portavoce delle istanze della gente del Sahara Occidentale, una nazione senza una terra da quando il Marocco ne ha invaso i territori. “Oggi questo popolo vive in campi profughi nel deserto algerino e i viaggi in Italia sono per i bambini anche occasione per ricevere cure mediche – spiega al Sir il parroco di Rignano Flaminio, don Augusto Mascagna –. L’incontro con loro ci fa fare esperienza di accoglienza e apertura a una realtà che pochi conoscono. Ascoltarne i racconti e scoprire la loro cultura attraverso, ad esempio, la cerimonia del tè che propongono nelle nostre case ci rende famiglia”. Il progetto, promosso da Asaps-Associazione per la solidarietà e amicizia con il popolo Saharawi, coinvolge i comuni ospitanti, che offrono il viaggio ai bambini, e le parrocchie che si occupano di vitto, alloggio e animazione attraverso associazioni cattoliche e non del territorio. “Ogni anno facciamo anche in viaggi nei campi profughi – riferisce al Sir la presidente Carmen Frasca – per un’attività di sostegno a distanza e di conoscenza diretta della realtà dei Saharawi da parte di più persone possibile”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia