Diocesi: Perugia, tra i giovani pellegrini verso Santiago di Compostela alcuni bloccati da acciacchi, ma uniti nella preghiera

Oggi i giovani pellegrini della diocesi di Perugia-Città della Pieve, in cammino a piedi verso Santiago di Compostela, hanno affrontato la tappa più dura: 30 chilometri, di cui 15 in salita. La fraternità Abacuc ha iniziato la giornata festeggiando il compleanno di uno di loro, soprannominato “Ragno”. Chiara, 22 anni, della fraternità Michea, affronta con il sorriso la sfida della lunga tappa: “Tra canti, Rosario, silenzi e due chiacchiere, piano piano andremo su, al passo del più debole”. Maria, 19 anni, della fraternità Osea, per una contrattura a una gamba, non può camminare e non è partita con gli altri per non rallentarli: a lei è, perciò, toccato il compito di preparare il pranzo per gli altri. Anche Antonio della fraternità Gioele non è partito per un’infiammazione ai legamenti delle caviglie: “Sostengo i ragazzi della mia fraternità da lontano, con la preghiera”, dice. Per problema alle ginocchia oggi non sono partite neppure Maddalena e Aurora

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia