Romania: diocesi di Iasi, consacrato il nuovo vescovo mons. Paulet. Il motto: “Tu solus Dominus”

Nella cattedrale Santa Maria Regina di Iasi si è tenuta ieri la consacrazione del nuovo vescovo di Iasi, mons. Iosif Paulet, finora parroco di Suceava e decano di Bucovina. Il consacratore principale è stato il vescovo uscente di Iasi, mons. Petru Gherghel, e i due co-consacratori sono stati mons. Ioan Robu, arcivescovo metropolita di Bucarest e presidente della Conferenza episcopale romena (Cer), e mons. Aurel Perca, vescovo ausiliare di Iasi. Il rito è stato celebrato alla presenza del nunzio apostolico in Romania, mons. Miguel Maury Buendia, dei vescovi romano e greco-cattolici membri della Cer, dei vescovi ospiti, di numerosi sacerdoti, fedeli e religiosi, e dei rappresentanti delle autorità civili e religiose. Spiegando il motto episcopale del nuovo vescovo, “Tu solus Dominus”, mons. Gherghel ha sottolineato che questo “esprime la supremazia che dobbiamo dare a Dio prima di qualsiasi cosa, prima di qualunque persona. Queste parole, anche se poche, rilevano un programma pastorale con il quale il nuovo vescovo mostra che a Dio dobbiamo amore, ubbidienza e che Lui deve essere sempre al primo posto”. Citando poi il rito della consacrazione episcopale, ha chiesto alla diocesi di accogliere con gioia il nuovo vescovo, “così come noi, i vescovi, con l’imposizione delle mani, lo accogliamo e lo integriamo nel nostro collegio episcopale”.
Mons. Iosif Paulet è il settimo vescovo titolare della diocesi di Iasi, creata nel 1884, dopo la riorganizzazione della Chiesa cattolica sul territorio della regione di Moldavia in Romania. La diocesi di Iasi (nel nord-est della Romania) conta più di 200milla fedeli, 156 parrocchie e oltre 400 sacerdoti diocesani e religiosi. Il vescovo uscente, mons. Petru Gherghel, lascia la diocesi dopo una guida pastorale di 41 anni, per raggiunti limiti di età. Tanto mons. Ioan Robu, presidente della Cer, quanto il segretario di stato per i culti Victor Opaschi, hanno ringraziato mons. Gherghel per tutta la sua dedizione alla diocesi di Iasi e per il suo servizio alla Chiesa in tempi difficili, prima durante il comunismo, come amministratore apostolico, poi come vescovo titolare, dopo 1990. Il nuovo vescovo di Iasi, mons. Iosif Paulet, ha 64 anni, è stato ordinato sacerdote nel 1979 e ha una ricca esperienza pastorale alla guida di varie parrocchie della diocesi di Iasi. Inoltre, è stato per 5 anni direttore spirituale del seminario diocesano. Ha svolto varie responsabilità anche nella curia diocesana ed è molto conosciuto nella chiesa locale per la sua dedizione alla musica sacra.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia