Consiglio d’Europa: ritornano le Giornate del patrimonio. “Arte e intrattenimento” tema dell’anno

Un programma vasto e articolato, da agosto fino a ottobre nei Paesi partecipanti, con festival, mostre, laboratori artigianali, conferenze, visite guidate, e molte altre attività. Ecco le Giornate europee del patrimonio, un’iniziativa congiunta del Consiglio d’Europa e della Commissione europea realizzate dal 1999. Rappresentano un insieme di eventi culturali partecipativi tra i più celebrati dagli abitanti e dai visitatori dei Paesi europei: da spettacoli di strada a sale da concerto, da teatri e musei tradizionali a cinema e social media. Il patrimonio europeo dell’intrattenimento andrà in scena a livello locale, nazionale ed europeo. “Per la loro natura paneuropea, questi eventi tendono a riunire i cittadini e contribuiscono a far emergere la dimensione europea del patrimonio culturale nei 50 Stati firmatari della Convenzione culturale europea – spiega una nota -. Ogni anno sono organizzati oltre 70.000 gli eventi per sensibilizzare il pubblico al valore di tale patrimonio comune e alla necessità della sua conservazione per le generazioni presenti e future”. Per celebrare alcune delle tradizioni più antiche, l’edizione di quest’anno delle #EHDs sarà dedicato al tema “Arte e intrattenimento” e ne metterà in luce il ricco patrimonio europeo. L’obiettivo delle Giornate europee del patrimonio è “sensibilizzare l’opinione pubblica sul patrimonio, sia materiale che immateriale, che ha contribuito a plasmare la cultura degli individui nel corso della storia, promuovendo una comprensione del passato che consenta di dare forma a un futuro migliore”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori