Carmelitani: inaugurata una biblioteca in onore di p. Bruno Secondin

Il quinto giorno del Capitolo generale dei Carmelitani è coinciso con la celebrazione dell’Esaltazione della Santa Croce, “festa importante sin dalle origini del nostro Ordine Carmelitano – si legge in una nota diffusa oggi – . Infatti, viene esplicitamente menzionata nella nostra regola: ‘Osservate il digiuno tutti i giorni, eccettuate le domeniche, dalla festa dell’Esaltazione della santa Croce fino alla domenica di Risurrezione, a meno che la malattia o la debolezza del corpo o un’altra giusta causa, non consigli di rompere il digiuno, perché la necessità non ha legge’ (Regola, 16)”. Dopo aver celebrato l’Eucarestia, presieduta da p. Juan Evangelista Quiroga Castañeda, delegato generale della Colombia, sono iniziati i lavori. Durante le sessioni capitolari dell’intera giornata, i gremiali sono stati impegnati nello studio e nella votazione della bozza delle Costituzioni. P. Michael Farrugia, presidente della Commissione ad hoc, costituita per lo studio e la revisione delle stesse, ha ricordato ai capitolari il “lungo e faticoso processo che si è portato avanti in questi termini”. In un primo momento, tramite una lettera circolare, tutte le province, commissariati e delegazioni generali dell’Ordine sono stati invitati a rivederle e a presentare delle proposte di modifica. In un secondo momento, la commissione ad hoc, ha organizzato, per cinque anni, delle riunioni di lavoro, che hanno dato come risultato l’elaborazione della bozza finale che sarà posta a revisione e a votazione in questi giorni. Successivamente, si è proceduto con la votazione degli articoli revisionati. Nel tardo pomeriggio poi, p. Roberto Toni, priore provinciale della Provincia italiana, ha invitato tutti i gremiali a partecipare alla benedizione della biblioteca carmelitana in onore di p. Bruno Secondin, allestita nella casa “Il Carmelo” di Sassone. Oltre ai gremiali, hanno partecipato alla benedizione amici e membri del gruppo della Lectio Divina che egli stesso aveva fondato nella Parrocchia di Santa Maria in Traspontina. La biblioteca si configura come un omaggio al suo lavoro di ricerca e diffusione della spiritualità e della cultura carmelitana.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo