Scuola: Albano (garante infanzia) a Conte e Fioramonti, “contrasto a bullismo e cyberbullismo, inclusione, lotta a dispersione”

Tra le priorità indicate in apertura di anno scolastico dall’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza, Filomena Albano, in una lettera al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e al ministro dell’istruzione, Lorenzo Fioramonti, il contrasto di bullismo e cyberbullismo a scuola. È ripresa l’attività dell’apposito tavolo interistituzionale previsto dalla legge del 2017 contro il cyberbullismo. Vanno attuati gli strumenti previsti dalla stessa legge, in particolare il piano integrato di azione e il codice di co-regolamentazione. “Rimane la necessità di avviare l’insegnamento dell’educazione civica e all’affettività e di promuovere la cultura della mediazione. Le azioni per sviluppo della consapevolezza digitale devono essere rafforzate”, osserva la garante. Con riferimento al decreto legislativo 96 in materia di scuola inclusiva, adottato il 7 agosto scorso, Albano avverte: “Affinché sia efficace, occorre adottare tempestivamente i decreti attuativi”. “Rimane la necessità di assicurare continuità maggiore continuità didattica agli studenti con disabilità e di assicurare un numero adeguato di insegnanti specializzati”. Vanno garantite poi ai minorenni “fuori famiglia” pari opportunità di accesso al sistema educativo. Quanto poi alla scuola in ospedale, dopo l’apertura del portale nazionale e il varo delle linee di indirizzo nel giugno scorso, si rende necessaria un’azione di monitoraggio e di governance affinché i servizi offerti siano uniformi e di alta qualità su tutto il territorio nazionale. In materia di lotta alla dispersione scolastica, sono state poste in campo azioni per rilevare con maggior precisione il fenomeno dell’abbandono scolastico. Per Albano, infine, resta comunque l’esigenza di prevedere una rilevazione tempestiva dei casi di abbandono scolastico e rafforzare il raccordo tra gli uffici scolastici territoriali, i servizi sociali degli enti locali e i tribunali per i minorenni.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo