Scuola: Albano (garante infanzia) a Conte e Fioramonti, “edifici sicuri e accessibili. Istituti aperti e a misura di studente, tempo pieno e mense”

In occasione dell’apertura dell’anno scolastico l’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza, Filomena Albano, ha scritto al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e al ministro dell’istruzione, Lorenzo Fioramonti, formulando un bilancio sulle priorità già segnalate per l’attuazione dei diritti di bambini e ragazzi a scuola. Cinque obiettivi: sicurezza e accessibilità degli edifici scolastici, scuole aperte a misura di studente per contrastare povertà educativa e marginalità, contrasto al bullismo e al cyberbullismo, scuola inclusiva e lotta alla dispersione scolastiche. “Molte sono le sfide da affrontare”, commenta  Albano, che sarà presente a “Tutti a scuola”, la cerimonia nazionale di inaugurazione del nuovo anno scolastico in programma oggi pomeriggio a L’Aquila con la partecipazione del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e del ministro Fioramonti. Nel kit che sarà consegnato ai circa mille studenti presenti anche il libro illustrato dell’Autorità “Geronimo Stilton. Viaggio alla scoperta dei diritti dei bambini” (edito da Piemme) dedicato alla Convenzione Onu sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Per quanto riguarda l’edilizia scolastica, è stata adottata la programmazione 2018-2020 per l’edilizia scolastica, ora vanno rese al più presto effettive le misure previste e va monitorato lo stato di avanzamento dei cantieri. “Auspico in ogni caso che gli interventi portino alla totale accessibilità degli istituti da parte degli studenti con disabilità, attraverso l’eliminazione delle barriere architettoniche e la presenza di segnali visivi, acustici e tattili”, sostiene l’Autorità garante. Contro la povertà educativa sono state stanziate risorse per alcune zone ad alta fragilità (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia). Un impegno che va  monitorato anche per individuare buone pratiche da replicare altrove. Prioritario sviluppare una cultura della scuola come spazio a misura di studente, in cui valorizzare attività attrattive e partecipative. “Resta ancora l’esigenza di garantire in Italia pari opportunità di accesso al tempo pieno, alle mense scolastiche e alle scuole dell’infanzia. Finalità queste perseguibili attraverso l’individuazione dei corrispondenti livelli essenziali delle prestazioni previsti dalla costituzione”, sostiene Albano.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo