Scuola: mons. Spina (Ancona-Osimo), “nuovo anno serva per vivere l’amicizia, sviluppare i talenti e far sbocciare le aspirazioni genuine”

“Questo nuovo anno scolastico serva per vivere l’amicizia, le buone relazioni, per approfondire le conoscenza, per sviluppare i talenti e per far sbocciare le genuine aspirazioni custodite nel segreto”. Questo l’augurio che mons. Angelo Spina, arcivescovo di Ancona-Osimo rivolge a studenti e insegnanti all’inizio del nuovo anno scolastico. “Ogni inizio è fatto di sogni e di entusiasmo – aggiunge -. L’amicizia è un regalo della vita e un dono di Dio. Avere amici insegna ad aprirsi, a capire, a prendersi cura degli altri, a uscire dalle proprie comodità e dall’isolamento, a condividere la vita. Ecco perché come ci ricorda il Siracide, ‘per un amico fedele non c’è prezzo, non c’è misura per il suo valore’”. Riprendendo le parole di Papa Francesco, mons. Spina ha invitato i giovani a “non osservare la vita dal balcone” e a “non confondere la vita davanti a uno schermo”. E poi, citando Carlo Acutis, aggiunge: “Tutti nascono come originali, ma molti muovono come fotocopie”. “Sappiate – aggiunge l’arcivescovo di Ancona – che noi guardiamo a voi con immensa simpatia, perché tutti possiate conquistare ambiziosi traguardi per il vostro futuro e per quello dell’intera società”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo