Media Cei: è morto ieri a Roma Angelo Paoluzi, direttore di “Avvenire” tra il 1980 e il 1981

Ieri, 17 settembre, è morto a Roma, all’età di 90 anni, il giornalista Angelo Paoluzi, già direttore del quotidiano Avvenire, tra il 1980 e il 1981, e vicepresidente dell’Ucsi. Ne dà notizia una nota della Conferenza episcopale italiana diffusa oggi. Dopo la collaborazione a Il Caffè di Giambattista Vicari, dove nel 1952 conosce Angelo Narducci con cui instaura un fraterno e trentennale sodalizio di comuni interessi letterari, politici e professionali, negli anni 1955–1960 ricopre il ruolo di direttore responsabile del mensile Prospettive Meridionali. Dal 1960 al 1968 lavora per Il Popolo come corrispondente dalla Germania e dalla Francia. Entra in Avvenire sin dal primo numero (4 dicembre 1968) e vi resta fino al 6 gennaio 1981, assumendone prima la vicedirezione (con Narducci direttore) e poi la direzione a partire dal 1º maggio 1980 quando Narducci è eletto al Parlamento europeo. Già direttore dell’Osservatore della Domenica e vicepresidente dell’Ucsi, attualmente era docente e coordinatore della Scuola di giornalismo alla Lumsa di Roma, curava una rubrica culturale per Radio Vaticana e collaborava con numerose testate (Europa, Segno nel mondo, Il Segno, L’eco di San Gabriele).

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo