Sanità: Fnopi, rifinanziamento Ssn, piano straordinario assunzioni, più copertura pubblica servizi sul territorio, messa a sistema dell’infermiere di famiglia

Rilanciare il finanziamento del Servizio sanitario pubblico a partire dalla prossima legge di Bilancio e definire e approvare, già dalla stessa legge, un piano straordinario di assunzioni del personale sanitario, a partire dagli infermieri. Sono alcune delle proposte avanzate oggi dalla Fnopi (Federazione nazionale ordini professioni infermieristiche – oltre 450mila infermieri) sulla scorta dei dati diffusi dalla Corte dei conti attraverso l’ultimo “Referto al Parlamento sulla gestione finanziaria dei servizi sanitari regionali”. Per Tonino Aceti, portavoce della Federazione, è inoltre necessario “aumentare il livello di copertura pubblica dei servizi sanitari territoriali per la presa in carico delle cronicità, non autosufficienza e di tutte le fragilità” e “rilanciare l’azione di Governo e Regioni sul nuovo Patto per la salute, con particolare riguardo agli standard dell’assistenza sanitaria territoriale, alla messa a sistema dell’infermiere di famiglia su tutto il territorio nazionale, alla maggiore valorizzazione delle competenze della professione infermieristica e all’innovazione organizzativa che serve per far stare al passo con i tempi il Ssn”. Ma occorre anche “contrastare le disuguaglianze che attraversano il Ssn per garantire equità”.Un’equità messa a rischio da non omogenei livelli di investimento nell’assistenza sanitaria territoriale, ritardi nell’innovazione organizzativa, carenze di personale infermieristico pari a circa 75.000 unità; un combinato che “incide fortemente sul livello di accessibilità alle prestazioni sanitarie pubbliche, sul livello di presa in carico, sulla qualità e sicurezza delle cure e sulla spesa diretta delle famiglie”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa