This content is available in English

Ue: audizioni commissari designati, si comincia il 30 settembre. Per Gentiloni “esame” il 3 ottobre

Strasburgo, 19 settembre: Ursula von der Leyen al termine della riunione

(Strasbrugo) Si è svolta questa mattina a Strasburgo, e si è conclusa alle 12, la riunione dell’ufficio di presidenza del Parlamento europeo (presidente Sassoli più i capigruppo parlamentari) con la presidente eletta della Commissione Ue Ursula von der Leyen. Dalla riunione è emerso il calendario (che attende ufficializzazione) delle audizioni dei futuri commissari. Le audizioni prenderanno avvio lunedì 30 settembre, alle ore 14.30, presso il Parlamento europeo a Bruxelles, con gli interventi dei commissari designati Sefcovic, Hogan e Gabriel. Ogni commissario sarà valutato dalle commissioni parlamentari di competenza del portafoglio assegnato. Le audizioni proseguiranno fino a martedì 8 ottobre. Paolo Gentiloni, cui è stata affidata la delega degli affari economici, sarà sentito dalle commissioni Economia e Lavoro/affari sociali giovedì 3 ottobre, alle ore 9. Una nota del Parlamento europeo spiega in proposito: “Prima che i commissari possano iniziare il proprio lavoro, il Parlamento è tenuto a organizzare audizioni con ciascun candidato per verificare che le competenze di ciascuno siano in linea con il portafoglio di cui si dovranno occupare”.
“Ogni candidato viene invitato a partecipare a un’audizione di tre ore che viene trasmessa in diretta streaming. L’audizione si svolge di fronte alla commissione parlamentare che si occupa del tema dello specifico portafoglio. Dopo l’audizione la commissione preparare una valutazione della competenza del candidato, che viene poi completata dalla Conferenza dei presidenti, composta dai leader dei gruppi politici e dal presidente del Parlamento europeo”, prosegue la nota. Può capitare che in seguito a un’audizione un candidato venga ritirato o venga spostato a un altro portafoglio. “Una volta che le audizioni sono state completate, il Parlamento deve dare la propria approvazione al Collegio dei commissari”: avverrà nel corso della sessione plenaria di ottobre. “Sulla base del voto del Parlamento, la Commissione europea può iniziare il proprio mandato”: la data stabilita è il 1° novembre.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa