Università: protocollo d’intesa tra Università di Modena e Issr dell’Emilia. “Percorsi di studio personalizzati e condivisi”

“La Convenzione tra UniMoRe e Issr dell’Emilia è particolarmente importante: essa può contribuire alle conoscenze teologiche che sono necessarie al filosofo per comprendere oltre un millennio di speculazioni su cui si fondano tutte le speculazioni degli ultimi cinquecento anni; o alle conoscenze teologiche di cui, si suppone, gli specialisti in discipline religiose e teologiche e i tecnici delle attività religiose e di culto dovrebbero essere in possesso”. Lo dice Vincenzo Pacillo, docente di diritto canonico all’Università di Modena e Reggio Emilia (UniMoRe), a proposito del protocollo d’intesa tra l’Ateneo e l’Istituto superiore di scienze religiose dell’Emilia, per attività didattiche, di studio e ricerca. L’intesa rende possibile fin da quest’anno lo svolgimento di periodi di tirocinio aziendale, di tesi, di visite formative e didattiche. Attraverso uno scambio di docenti, ricercatori e personale tecnico, permette anche lo sviluppo delle ricerche congiunte o in collaborazione, nonché l’organizzazione di  convegni, seminari e riunioni scientifiche. Il protocollo consente, inoltre, agli studenti di UniMoRe di sostenere presso l’Istituto di scienze religiose esami aggiuntivi e viceversa. “Grazie a una interazione proficua, la mutua collaborazione tra Università laiche, Issr e le Facoltà teologiche, non solo nel campo della ricerca ma anche in quello della didattica – aggiunge -, può contribuire a rendere più solido l’insieme delle conoscenze dello storico, dello scienziato della politica e dell’educazione, dell’esperto di relazioni internazionali, del sociologo e del giurista, ma anche del teologo e dell’esperto di religioni”. “Penso che l’Istituto superiore di scienze religiose dell’Emilia possa offrire in questo dialogo anzitutto la specificità di alcune discipline e la possibilità, essendo un ente di dimensioni ridotte, di favorire percorsi di studio personalizzati – spiega don Fabrizio Rinaldi, professore di Teologia sistematica e direttore dell’Issr dell’Emilia -. Ad esempio, già da qualche anno ci sono studenti di UniMoRe che frequentano presso l’Issr dell’Emilia corsi di patrologia o approfondimenti di filosofia. Dall’altro versante, l’Università di Modena e Reggio può portare un notevole contributo sia per alcune discipline specifiche che lì vengono insegnate, sia per la competenza maturata nella costruzione di progetti e scambi a livello nazionale e internazionale”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa