Nuovo Governo: Medu al premier Conte, “quali politiche migratorie? E quali relazioni con la Libia?”

“Presidente Giuseppe Conte, quali politiche migratorie intende sviluppare il governo che si accinge a formare e a quali ministri intende affidarle? Quali relazioni con la Libia, snodo centrale del feroce sistema criminale che sfrutta i flussi migratori dall’Africa sub-sahariana all’Europa?”. Queste le due domande che l’associazione Medici per i diritti umani pone al premier Conte in una lettera aperta diffusa oggi, insieme ad un video intitolato “Lager Libia”.  “Le poniamo questi quesiti – scrive Medu – con inquietudine, poiché riteniamo che tali fondamentali questioni siano state affrontate in modo disastroso dal suo precedente governo in cui ha prevalso in tutto e per tutto l’impostazione leghista”. Medu dice di aver inoltre constatato “che nel suo ultimo articolato discorso al Senato del 20 agosto la parola e il tema immigrazione siano stati del tutto assenti”. Perciò invitano Conte a dedicare “3 minuti del suo tempo per guardare questo video e 8 minuti per leggere questa testimonianza (Se questo è un uomo, un’altra volta)”. E a dare uno sguardo alla web map “Esodi” sulle rotte migratorie dall’Africa subsahariana all’Europa in cui Medu ha raccolto oltre tremila testimonianze di persone assistite negli ultimi 5 anni. “Riteniamo la questione migratoria il tema fondamentale sui cui si misurerà la qualità politica ed etica del nuovo governo che si accinge a presiedere – affermano -. Probabilmente anche il più difficile, in cui il suo appello per un nuovo umanesimo dimostrerà o meno la sua coerenza”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa