Diocesi: Termoli-Larino, aperto l’anno pastorale sul tema “Pane spezzato e condiviso”

“Con lo sguardo e il cuore di Gesù dentro la storia del Basso Molise. Pane spezzato e condiviso”. È questo il tema dell’anno pastorale 2019/2020 della diocesi di Termoli-Larino. Il convegno di apertura, convocato dal vescovo, mons. Gianfranco De Luca, si è svolto ieri, nell’auditorium della parrocchia di Santa Maria degli Angeli, a Termoli. Si tratta del primo dei tre momenti previsti per coinvolgere la comunità diocesana. Dopo la preghiera introduttiva alla presenza di sacerdoti, religiosi, laici e delegazioni provenienti dalle varie parrocchie diocesane, l’intervento di don Alessandro Bonetti, vicario per la Pastorale della diocesi di Verona, che si è soffermato su due elementi: il primo, porre lo sguardo su Gesù; il secondo, legato al primo, il pane spezzato e condiviso. “Spezzare il pane – ha osservato don Bonetti – è il coraggio di uscire dagli schemi. È una chiamata per tutti, perché ogni cristiano è discepolo missionario. Ogni cristiano è portatore della Buona notizia. La nostra vita rinnovata dall’amore del Padre diventa vita eucaristica, pane spezzato per chiunque incontriamo, non perché siamo particolarmente bravi o volonterosi, ma perché siamo abitati dallo Spirito di Dio che invita al dono, all’accoglienza”. Venerdì 11 ottobre, alle 18.30, nell’auditorium della parrocchia di Santa Maria degli Angeli, è prevista la conclusione del convegno con la presentazione, da parte del vescovo, di quanto verrà fuori dal lavoro di zona e la proposta del cammino che ne sarà emerso.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori