Padre Maccalli: Genova, il card. Bagnasco celebra una messa per chiederne la liberazione

Oggi pomeriggio, a Genova, nella basilica di Santa Maria di Castello, è in programma una messa che verrà presieduta dal cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente del Ccee, per chiedere la liberazione di padre Pierluigi Maccalli, rapito in Niger il 17 settembre del 2018. Come si legge in una nota dei padri della Sma pubblicata su Il Cittadino, “era il 17 settembre 2018 quando il missionario padre Pier Luigi Maccalli venne rapito nella missione in Niger”. “Aveva sempre fatto del bene a tutti, cristiani e musulmani, e con la sua dedizione e il suo dinamismo aveva favorito lo sviluppo sociale della zona della sua missione di Bomoanga: scuole, ambulatorio, farmacia, centro nutrizionale, corsi di formazione per maestri e catechisti. Da quel giorno è ormai passato un anno: 365 giorni di sofferenza per i familiari e i confratelli”. Da allora, il 17 di ogni mese, in tante parti del mondo la gente si raccoglie in preghiera pensando a lui. Tra le città e i paesi coinvolti: Crema, Genova, Lione, Madrid, Niamey, Angola, Argentina. Martedì scorso, sempre nel capoluogo ligure, si è svolta una veglia di preghiera per chiedere la liberazione del religioso.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori