Diocesi: mons. Brambilla (Novara), cordoglio per la morte di mons. Enrico Masseroni

Il presbiterio novarese, la comunità del seminario san Gaudenzio e la diocesi di Novara partecipa al cordoglio dei familiari e dell’arcidiocesi di Vercelli per la scomparsa del suo arcivescovo emerito mons. Enrico Masseroni. “La notizia della morte di Mons. Masseroni ha colpito l’intera diocesi di Novara – afferma mons. Franco Giulio Brambilla, vescovo di Novara –. Oggi, tanti novaresi – preti, ma anche laici che sono stati studenti del nostro seminario – vivono lo stesso dolore che si sperimenta quando si perde una guida.  Nei racconti che molti nostri sacerdoti mi hanno fatto di lui, è proprio questo aspetto che emerge e che ne tratteggia la figura: il suo ruolo di guida, perché negli anni di seminario non è stato semplicemente un professore, ma un formatore a tutto tondo”. Mons. Masseroni, prosegue, “ha contribuito a far crescere il senso di appartenenza alla chiesa nella sua dimensione diocesana e il senso di fraternità nel presbiterio: durante il suo lavoro quotidiano tra i chierici del seminario e con l’ideazione della Giornata di fraternità sacerdotale, che ancora oggi celebriamo ogni anno”. La sua eredità è dunque “il sentirsi parte attiva e responsabile della Chiesa locale, non solo come gesto formale, ma come appartenenza ad una comunità vera e viva”. Mons. Enrico Masseroni era nato a Borgomanero il 20 febbraio 1939 ed ordinato sacerdote il 29 giugno 1963 da mons. Placido Maria Cambiaghi. Dopo i primi anni di ministero come vice-parroco e parroco, dal 1967 è stato impegnato nel seminario diocesano come professore, vice-rettore e rettore del Seminario minore e poi, dal 1974, rettore del Seminario maggiore. Un impegno di formatore che ha mantenuto sino alla sua ordinazione a vescovo, la cui celebrazione presieduta da mons. Aldo Del Monte si è tenuta in cattedrale l’8 dicembre del 1987. In quell’anno viene nominato vescovo di Mondovì, fino al 1996 quando diventa arcivescovo di Vercelli. Il 27 febbraio 2014 il Papa accetta le dimissioni presentate per raggiunti limiti d’età. Da allora ha risieduto presso il Seminario di Vercelli. I funerali, presieduti dal suo successore mons. Marco Arnolfo, si terranno nella cattedrale di Sant’Eusebio giovedì 3 ottobre alle ore 10.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa