Papa in Madagascar: il programma della giornata

Dopo il Mozambico, è il Madagascar la seconda tappa del viaggio del Papa in Africa, mèta del suo 31° viaggio apostolico internazionale. La “due giorni” è cominciata questa mattina ad Antananarivo, capitale del Paese, con la messa alle 7.30 (le 6.30 ora di Roma) in privato presso la nunziatura. Alle 9 (le 8 in Italia) il trasferimento al Palazzo presidenziale Iavoloha, la residenza ufficiale del presidente del Madagascar, per la visita di cortesia in programma alle 9.30 (8.30), seguita alle 10.15 (9.15) dall’incontro con le autorità, la società civile e il Corpo diplomatico, occasione del primo discorso di Francesco. Mezz’ora dopo, il Papa si trasferirà in auto al monastero delle Carmelitane scalze, distante 25 chilometri, dove alle 11.15 (10.15) è in programma la recita dell’Ora media, con l’omelia del Santo Padre. Alle 12.10 (11.10) il trasferimento alla nunziatura apostolica per il pranzo in privato. Gli impegni papali del pomeriggio cominceranno alle 15.30 (14.30), con il trasferimento alla cattedrale di Andohalo per l’incontro con i vescovi del Madagascar, in programma alle ore 16 (15) e durante il quale il Papa terrà il suo terzo discorso. Alle 17.10 (16.10) la visita alla tomba della Beata Victoire Rasoamanarivo, proclamata beata da Giovanni Paolo II il 30 aprile 1989, prima malgascia autoctona a salire agli onori degli altari. Alle 17.15 (16.15) il trasferimento al Campo diocesano di Soamandrakizay, per la Veglia con i giovani, che comincerà alle 18 (17), occasione del quarto e ultimo discorso della giornata, prima del trasferimento in nunziatura per la cena in privato.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia