Un buon governo per Pavia

I cittadini hanno scelto, in maniera inequivocabile, Fabrizio Fracassi. Ora dalle parole bisogna passare ai fatti. Nei prossimi anni si deciderà il futuro di Pavia. Siamo a un bivio: accettare di essere una città con una discreta qualità della vita (peraltro non più così buona come in passato), ma destinata a un inesorabile declino; oppure reagire, recuperando posizioni. La speranza è che si possa seguire la seconda strada

Archiviata la lunga parentesi elettorale, è ora di tornare ai problemi concreti. Lo è in Italia e in Europa (con il Governo chiamato a scelte importanti in economia), ma lo è anche a Pavia. Il nostro capoluogo ha un nuovo sindaco. I pavesi hanno scelto, in maniera inequivocabile, Fabrizio Fracassi: gli auguriamo buon lavoro, ringraziando lui e gli altri candidati per aver messo a fuoco, in campagna elettorale, i problemi di cui soffre la città. Ma ora dalle parole bisogna passare ai fatti. Nei prossimi anni si deciderà il futuro di Pavia. Siamo a un bivio: accettare di essere una città con una discreta qualità della vita (peraltro non più così buona come in passato), ma destinata a un inesorabile declino; oppure reagire, recuperando posizioni. La speranza è che si possa seguire la seconda strada. Per farlo serve un buon governo per Pavia. E’ giusto ripartire dalle nostre eccellenze: Università, sistema sanitario, cultura e arte. Ma queste risorse devono essere anche l’occasione per creare nuove opportunità di lavoro, da offrire in particolare ai giovani. Il Comune è chiamato a svolgere un ruolo strategico creando le condizioni ideali per attirare nuove aziende a Pavia, soprattutto nel campo dell’innovazione tecnologica o legate alla sanità. Ben vengano anche i fondi da bandi europei e nazionali, sui quali la nuova amministrazione intende puntare. Certo, la città ha anche bisogno di presentarsi in maniera migliore rispetto all’immagine che offre oggi: sotto questo profilo, attendiamo già i primi interventi annunciati dal nuovo sindaco in materia di decoro urbano.

(*) direttore “Il Ticino” (Pavia)

Altri articoli in Territori

Territori