Argentina: Osservatorio Uca disagio sociale, un milione e mezzo di bambini soffre la fame

Sono un milione e mezzo i bambini argentini che soffrono la fame. La situazione di “insicurezza alimentare” coinvolge quasi un minore su tre (29%), mentre l’insicurezza alimentare severa arriva al 13%. Sono estremamente preoccupanti i dati sulla situazione dell’infanzia, in relazione all’alimentazione, nel mezzo della crisi economica che soffre l’Argentina, secondo il rapporto diffuso il 26 dicembre dall’Osservatorio del disagio sociale dell’Università Cattolica dell’Argentina (Uca).
Il report osserva che l’accesso insufficiente agli alimenti da parte dell’infanzia è un problema di lunga data, ma mai si erano verificati i picchi registrati negli ultimi mesi. Nell’ultimo biennio la percentuale è salita dal 21,7% dei minori al 29,3%, con un balzo di oltre sette punti percentuali.
Secondo lo studio, la situazione di carenza di alimenti è strettamente collegata a situazioni lavorative precarie. Si trova in situazione di insicurezza alimentare il 53% dei bambini e adolescenti che vivono in nuclei in situazione lavorativa marginale (con un aumento del 6,5% nell’ultimo anno).
La situazione è ancora peggiore nelle aree urbane: in particolare, nella grande area metropolitana di Buenos Aires il 35% dei minori ha visto ridursi la dieta per motivi economici, un dato triplicato rispetto a qualche tempo fa.
Molti allarmanti i dati sulla cosiddetta “insicurezza alimentare severa”, che concretamente significa “soffrire la fame”: la percentuale complessiva è passata dal 9,6% del 2017 all’attuale 13%, cifra che sale al 17% nell’area metropolitana di Buenos Aires e al 25% tra i minori che vivono in situazione di marginalità lavorativa.
Anche se il numero di minori coinvolti in sistemi di protezione sociale è leggermente aumentato, il report dell’Osservatorio registra che il 18,1% è privo di qualsiasi sistema di protezione sociale.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia