Diocesi: Porto-Santa Rufina, domani in cattedrale messa di apertura del Giubileo per i 900 anni

Sarà celebrata domani, domenica 1° dicembre, alle 17, nella cattedrale della diocesi di Porto-Santa Rufina, la messa di apertura del Giubileo, nel nono centenario dell’unificazione della diocesi di Porto con quella delle Sante Rufina e Seconda, disposta nel 1119-1120 da Papa Callisto II. L’avvenimento viene celebrato con uno speciale anno giubilare che inizierà proprio il 1° dicembre per poi concludersi il 29 novembre 2020. Al termine della celebrazione, verrà consegnata ai parroci la Lampada del Giubileo, che sarà per tutti “un segno di fede, di unità e di pace”. Verrà tenuta accesa in ogni comunità durante tutto l’anno santo. L’espressione “Ex Duabus Una”, che si legge del decreto papale, evidenzia la comunione ecclesiale e per questo è stata scelta come tema delle iniziative. “Per l’anno giubilare – informa il vicario generale, mons. Alberto Mazzola – il vescovo ha ottenuto dalla Penitenzieria apostolica la concessione straordinaria dell’indulgenza plenaria in favore dei fedeli che, alle solite condizioni, visiteranno devotamente questi luoghi: la cattedrale a La Storta; il Santuario di Nostra Signora di Ceri Madre della Misericordia; il Santuario di Santa Maria della Visitazione, a Santa Marinella; il Santuario di Santa Maria in Celsano Madre della Consolazione”. Tra le iniziative che verranno proposte, alcune di carattere spirituale, altre di stampo formativo e culturale. In particolare, nella prossima Quaresima, il vescovo, mons. Gino Reali, avvierà una visita in tutte le parrocchie, celebrando ogni giorno la messa in ogni comunità della diocesi.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori