Sinodo Amazzonia: Udine, la testimonianza del missionario Cremaschi e le foto di Salgado in mostra Tolmezzo

Un ospite d’eccezione, attivo nelle zone rurali brasiliane del Ceará– Tauá, Parambu, Independência – nelle quali sono state scattate alcune delle foto esposte a “Casa Gortani”, animerà la prima visita guidata alla mostra “Terra” di Sebastião Salgado, allestita a Tolmezzo (Udine) fino al 27 ottobre. Protagonista dell’incontro, in programma lunedì 23 settembre, sarà don Maurizio Cremaschi, missionario bergamasco impegnato da oltre 35 anni nella “Comissão pastoral da Terra” del Ceará, l’organismo ecclesiale che opera per la promozione umana degli agricoltori e per la difesa dei loro diritti nelle diverse diocesi dell’America latina. L’appuntamento è per le 18, in via Del Din 6, a cura dell’arciconfraternita dello Spirito Santo “Pieres vives” di San Pietro, che ha portato in Carnia la mostra fotografica “Terra” assieme al “Circolo culturale fotografico carnico” e al Gruppo “Beni collettivi della Carnia”, in preparazione all’Assemblea speciale del Sinodo dei Vescovi che affronterà il tema: “Amazzonia. Nuovi cammini per la Chiesa e per una Ecologia integrale”. Don Maurizio Cremaschi, nato a Bergamo 73 anni fa, è missionario in Brasile dal 1979. Nel marzo di quest’anno, ha festeggiato il 50° anniversario della sua consacrazione presbiterale insieme alle Comunità della Regione di Inhamuns, che è una porzione della diocesi di Crateús. Per il suo impegno nella promozione umana, durante la dittatura militare, è stato sottoposto a investigazioni. Nei giorni festivi, in programma aperture straordinarie in occasione di manifestazioni come la “Festa della Mela” e “Il filo dei sapori”. Altre foto dello stesso progetto artistico di Sebastião Salgado saranno esposte al “Cinema David” e alla “Bottega del Mondo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa